49. Il fuoco dell’amore moderno

Lo ammetto, è più un titolo che farebbe venire in mente a una telenovela sudamericana che al post di un blog, ma conto nella vostra comprensione e pazienza.

Quanti modi di amare esistono?

Quanti tipi diversi di amore?

Quanto possono essere diverse tra di loro le storie d’amore?

La risposta penso possa essere solo ”infiniti”. Infiniti modi, infiniti tipi, infinite diverse storie d’amore.

Per raccontarne una minima frazione, da anni esiste una rubrica del New York Times chiamata Modern Love: una colonna che si propone di raccontare relazioni e sentimenti in ogni forma possibile. Appunto, l’amore moderno. O l’amore e basta, forse.

Da Modern Love sono nati vari prodotti: un sito, un podcast e una serie tv presente su Prime Video.

Necessariamente antologica, la Modern Love di Prime è una serie che in ogni episodio racconta una storia vera comparsa in origine sulle colonne del giornale, ovviamente con adattamenti e drammatizzazioni.

Il cast, soprattutto nella prima stagione, è stellare: abbiamo episodi con Kit Harington, Anne Hathaway (uno dei più belli), Tina Fey, Dev Patel, Andy Garcia, Andrew Scott e molti altri, ma al di là degli interpreti ciò che sono centrali sono le storie: commoventi, ridicole, a volte smielate, qualche volta irritanti, raramente noiose.

Non è una serie per tutti: chi rifugge da ogni forma di romanticismo potrebbe avere qualche conato di nausea, ma chi ama ogni tanto immergersi anche nell’aspetto più dolce e delicato – ma non per questo da telenovela – della vita probabilmente apprezzerà almeno qualcuno degli episodi di 30/35 minuti di cui è composta.

Al momento ci sono due stagioni da otto episodi, anche se la seconda è oggettivamente più debole, oltre ad avere ampliato l’area geografica abbandonando parzialmente New York per raccontare anche vicende oltreoceano. Ciononostante si guarda volentieri (fatte le dovute premesse di cui sopra).

È in un episodio della seconda stagione che troviamo a fare da colonna sonora una canzone che ho inserito in almeno una playlist su spotify, una di quelle che a me rimangono impresse anche se non so bene perché.

L’episodio a cui è associata racconta delle difficoltà che si hanno nel superare una forte delusione, del bisogno di trovare un modo di ricostruirsi, di riappoggiarsi su noi stessi, di scoprire chi è davvero la persona che vediamo nello specchio e la canzone, pur non raccontando nulla della vicenda sullo schermo, le fa eco. Ci parla di superare gli ostacoli, di affrontare il fuoco, di affrontare i demoni interiori e offrire loro da bere.

Ed ecco il fuoco e il gioco di parole del titolo, gente di poca fede.

Se volete vedere Modern Love la trovate qui, mentre di seguito potete ascoltare Fire e leggerne il testo.

Ooh, ooh, ooh, ooh, ooh

Now you know who you’re talking to, you know I’m not a liar
I’ve torn my pants and learned to dance on love and razor wire
I learned to keep on moving when the flames were getting higher
When the devil’s stalkin’ you, keep walking through the fire

And I made friends with the monsters growlin’ underneath my bed
I held a ball and invited all the voices in my head
I heard the traffic hummin’ and I thought it was a choir
Singing: When the devil’s stalkin’ you, keep walking through the fire

Ooh, ooh, ooh…

Now you know who you’re talking to, you know I’m not a liar
Advertise your immortal soul, and you just might find a buyer
But in the end, my friend, you have to be your own messiah
And when the devil’s stalkin’ you, keep walking through the fire

Ooh, ooh, ooh…

Ooh, ooh, ooh, ooh, ooh

Ora sai a chi stai parlando, sai che non sono un bugiardo
Ho distrutto i miei pantaloni e ho imparato a ballare sull’amore e sul filo spinato
Ho imparato a continuare a muovermi quando le fiamme si facevano più alte
Quando il diavolo ti sta inseguendo, continua a camminare attraverso il fuoco

E ho fatto amicizia con i mostri che ringhiavano sotto al mio letto
Ho organizzato un ballo e ho invitato tutte le voci nella mia testa
Ho sentito il rumore del traffico e ho pensato che fosse un coro
Che cantava: quando il diavolo ti sta inseguendo, continua a camminare attraverso il fuoco

Ooh, ooh, ooh

Ora sai a chi stai parlando, sai che non sono un bugiardo
Pubblicizza la tua anima immortale e potresti trovare chi la compra
Ma alla fine, amicə miə, devi essere tu il tuo messia
E quando il diavolo ti sta inseguendo, continua a camminare attraverso il fuoco

Ooh, ooh, ooh


Also published on Medium.

Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Plugin WordPress Cookie di Real Cookie Banner