Dodici

Ricordo tutto alla perfezione.

Ricordo la mattina del 17 settembre, il mio nome detto in un sussurro, un mio “ti voglio bene” di cui non immaginavo l’importanza.

Ricordo le false speranze date dal medico.

Ricordo la telefonata dall’ospedale la sera.

Ricordo papà  dire che sarebbe andato solo lui, che era solo per verificare come stessi.

Ricordo il maledetto libro che leggevo in attesa del suo ritorno, convincendomi che le cose non stessero precipitando.

Ricordo il suo rientrare in casa, guardarmi e dire soltano “Non doveva andarsene”.

Ricordo il mio sbattere i pugni contro il muro.

Ricordo il nostro tornare in ospedale alle 3 del mattino, quasi in trance.

Ricordo il mio abbracciarti e chiederti in lacrime di dir loro che non era vero, che stavi scherzando, che stavi fingendo.

Ricordo l’arrivo di Fedora ed il nostro andare in campagna a prendere il tuo vestito, anche se in realtà  serviva più a noi che a te.

Ricordo l’andare a letto all’alba e chiedermi dove fossi in quel momento.

Ricordo di aver pensato che forse il tuo adorato Lupo ti stava aspettando per farti le feste e camminarti di nuovo accanto.

Forse.

Non ricordo il dolore, non ne ho bisogno.

Il dolore lo porto con me ogni giorno, anche dopo dodici anni.

Lo stesso dolore che i cari di Tommy vivranno d’ora in poi: ti prego, quando lo vidi, salutalo e digli che gli abbiamo voluto bene.

Ciao Mamma.

Mi manchi da dodici anni.

Aries

Finché potrò continuerò ad osservare. Finché osserverò continuerò ad imparare. Finché imparerò continuerò a crescere. Finché crescerò continuerò a vivere.

Potrebbero interessarti anche...

17 risposte

  1. utente anonimo ha detto:

    senza che lo sapessi, quella canzone aspettava di venire da te.

  2. utente anonimo ha detto:

    Un abbraccio.

    Chris

  3. alidipanna ha detto:

    Ancora, ogni singolo anno che leggo il tuo post in questo giorno, mi commuovo, ti abbraccio virtualmente (ma abbastanza forte perché tu lo senta) e poi telefono a mia madre ringraziando Dio di averla ancora.

    Grazie.

  4. NikeAlata ha detto:

    Dodici anni, ma sembra ieri. Non c’è abbraccio che faccia superare questo dolore, ma forse aiuta a lenirlo, sapendo di non essere solo. Ti abbraccio forte.

  5. Aries ha detto:

    @Ladydoor: già  :*

    @Chris: grazie

    @Tora: anch’io mon ami, anch’io

    @Pollon: :*

    @Ali: grazie a te, davvero

    @Nike: abbraccio ricevuto, grazie cara

    @Tutti gli altri: grazie anche a voi, di cuore.

  6. quieteblu ha detto:

    :°(

    solo un grande abbraccio

  7. Aries ha detto:

    Grazie cara. Non chiedo di meglio.

    Grazie.

  8. utente anonimo ha detto:

    Considerando che il 17 è anche l’anniversario della morte della madre di una delle persone a cui tengo di più al mondo, questo particolare periodo dell’anno si commenta da solo.

    Per quanto poco possa valere, ti sono vicino, avendo purtroppo vissuto (non ancora personalmente, per mia fortuna) il dramma di una simile perdita.

  9. glasss ha detto:

    anch’io ti sono vicina

  10. Aries ha detto:

    Grazie mille, carissima. E’ bello rileggerti.

  11. caterinapin ha detto:

    Che dire… son 12 anche per me.

    Anzi, per l’esattezza: 12 anni e 8 mesi!

    Ed è come il primo giorno: un vuoto disperato in un angolo del mio cuore, un rattoppo per tenerlo insieme e la mancanza di un papà  che non ha potuto stare con me in tutto questo tempo.

    E io con lui…

    Ti abbraccio forte! :*

  12. Aries ha detto:

    So quanto mi capisci, amica mia. Ti abbraccio forte anch’io.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Plugin WordPress Cookie di Real Cookie Banner